Rimini (askanews) - E' il re incontrastato della cucina mondiale è si gode questo momento straordinario e meritatissimo. Lo chef italiano Massimo Bottura è a Rimini per la prima uscita pubblica dopo aver vinto il premio di migliore ristorante al mondo consegnato alla sua Osteria Francescana di Modena e non ha ancora finito di festeggiare.

"No. Voglio continuare a festeggiare anche oggi, domani, dopodomani".

Tricolore e inno di Mameli nel tendone, dove si svolge la terza edizione di "Al Mèni" l'iniziativa a cui prendono parte 24 chef stellati da tutto il mondo, perchè Bottura è un vero ambasciatore del Made in Italy.

"Io sono nato qua, rinuncio a tantissimi soldi per spostarmi a Dubai a Hong kong o a New York perché il mio ristorante è in via Stella, lì è nato e rimarrà in via Stella - ha detto lo chef modenese -. Questo è fondamentale. Poi che un giorno la 'Franceschetta'", il locale fondato sempre a Modena, ma più popolare "possa aprire in tutto il mondo con queste materie prime e con la stessa formula... ma la Francescana è in via Stella e li rimarrà. Il giorno che mi alzo la mattina, vado a letto la notte e non ho più la voglia di fare quello che voglio fare, allora è il giorno in cui chiuderò il ristorante".

"Io sono nato e cresciuto in Emilia-Romagna. La cucina contemporanea non è solo la qualità delle materie prime, ma anche la qualità delle idee. E' questo che fa la differenza" ha concluso Bottura.