Milano, 18 feb. (askanews) -Milano (askanews) - Una ricerca sul corpo umano e la sua collocazione nello spazio. Ruota intorno a questa affascinante idea la mostra "In equilibrio" che Palazzo della Ragione a Milano dedica a Herb Ritts, il fotografo americano scomparso nel 2002 autore di memorabili ritratti e di immagini di moda, ma il cui lavoro, come ci ha spiegato la curatrice Alessandra Mauro, non si limitava a questi scatti iconici."Lui è stato tutto questo - ci ha detto - ma ha rappresentato anche una grande ricerca, proprio sui termini e sui modi in cui l'immagine può essere resa, fatta con grande gusto, grande conoscenza della storia dell'arte e della fotografia e una grande voglia anche di giocare, con i corpi, con i modelli a disposizione e con le possibili soluzioni stilistiche".Soluzioni stilistiche che nelle oltre 100 immagini esposte si possono apprezzare sia nei ritratti, come quello di Philip Seymour Hoffman oppure quello di Liz Taylor, ma anche in lavori meno noti, come quelli sull'Africa. "Molti dei suoi lavori - ha aggiunto Alessandra Mauro - hanno il senso di cercare un possibile equilibrio tra il corpo umano e l'atmosfera in cui è immerso".Particolarmente significativo in questo senso il grande lavoro "Bill T. Jones", presentato da Mark McKenna, direttore generale della Herb Ritts Foundation. "Questi pannelli - ci ha detto - sono stati esposti solo per quattro volte prima di oggi, e si tratta probabilmente dell'ultima volta, per le difficoltà di trovare spazi abbastanza grandi per ospitarli. Queste immagini sono state create da Herb Ritts nel 1995 nel suo studio a Los Angeles per rendere la sensazione dell'evoluzione dell'uomo, dall'infanzia alla maturità e fino al termine della sua vita. Il fatto che siano stampe alla gelatina d'argento rende questo lavoro eccezionale".In mostra, aperta al pubblico dal 20 febbraio al 5 giugno, anche alcuni video che documentano un'altra fase del lavoro di Herb Ritts, ancora un volta concentrato sui modi per ricreare la magia del movimento.