Roma, (TMNews) - Remy, il topo cuoco di Ratatouille, il pesciolino Nemo e Buzz Lightyear di Toystory hanno ormai il loro piedistallo in un museo. Innalzare a rango di arte contemporanea il cinema d'animazione, i fumetti e i videogiochi potrebbe non essere una scommessa impossibile. Ed è l'obiettivo di Art Ludique, il primo museo d'arte contemporanea dedicato unicamente a questo universo, che ha aperto i battenti a fine novembre a Parigi, con un'esposizione sullo studio Pixar e sui suoi 25 anni di vita. "Sono delle vere e proprie opere d'arte", dice un visitatore. "E' un percorso molto interessante per Daniel, all'improvviso si è messo a disegnare", commenta una signora con il figlio.Studi, schizzi story-board, sculture: sono circa 500 gli oggetti esposti nel museo, a testimoniare il lungo e difficile lavoro necessario per dare vita a questi personaggi.Belinda van Vanlkenburg direttore artistico presso la Pixar si dice convinta che questo genere di lavoro debba essere considerato un'arte: "Rembrandt era pagato dalla Chiesa, noi dagli studios".Con 14 film al suo attivo, Pixar intende allargare ancora la sua galleria di personaggi e un nuovo lungometraggio dovrebbe vedere la luce nel 2015.