Roma (TMNews) - Una moderna armata Brancaleone con un sogno: gareggiare alle olimpiadi invernali con un'improvvisata squadra di curling. La commedia con cui Claudio Amendola esordisce come regista, "La mossa del pinguino", è una divertente e commovente storia di amicizia che contiene molti elementi diversi."Spero che gli elementi siano riconoscibili nel film, sono: amicizia, riscatto, sogno, sport, amore, e una sana goliardia" ha affermato Amendola.Il film ha quattro grandi interpreti: Edoardo Leo, che è anche cosceneggiatore, Ricky Memphis, Antonello Fassari, Ennio Fantastichini."Tutto questo tu lo puoi scrivere, te lo puoi immaginare, ma se gli attori non hanno quella capacità di rendere allo stesso modo una situazione emotivamente forte e una leggera, tu puoi fare quello che ti pare ma... Io sono un regista che tifa per gli attori" ha affermato il regista.Per Leo il film contiene anche un messaggio per le donne:"Mi auguro che ogni fidanzato porti la propria fidanzata, o moglie o suocera a vedere il film per spiegarlr perché non vuole andare neanche a una cresima sotto casa ma se deve andare a giocare a pallavolo a 800 chilometri da casa ci va. Perché quella parte un po' ingenua, da ragazzino che continuiamo ad avere fino a 80-90 anni, noi non la perdiamo" ha affermato l'attore.