Roma, (askanews) - Vince il grande cinema d autore italiano: Mario Martone, Nanni Moretti, Francesco Munzi, Ermanno Olmi, protagonisti della stagione e dei Ciak d'oro, i premi assegnati dai lettori della rivista e da una giuria di critici e giornalisti cinematografici. Una serata speciale a Roma, per la prima volta ai Cinecittà Studios, per celebrare anche i 30 anni del magazine diretto da Piera Detassis e con un parterre d'eccellenza, due premi Oscar come Paolo Sorrentino e Gabriele Salvatores e un premio alla carriera dato a Paolo e Vittorio Taviani. Sorrentino è stato premiato con il Ciak d'oro Grandi Protagonisti, insieme a Margherita Buy, votati come i personaggi più significativi degli ultimi tre decenni."Il giovane favoloso" di Martone ha vinto 5 Ciak d'oro: miglior film, attore protagonista Elio Germano, sceneggiatura, costumi e scenografia. Tre a "Mia Madre" di Moretti: miglior regia, attrice protagonista Margherita Buy e attrice non protagonista Giulia Lazzarini. A "Torneranno i prati" di Olmi i Ciak per la fotografia, colonna sonora e produttore, e ad "Anime Nere" di Munzi quelli per il montaggio e il sonoro in presa diretta.Ad Alessandro Gassmann è andato il Superciak d'oro per le ultime interpretazioni, mentre il Ciak-Alice Giovani ai film rivolti ai ragazzi, è stato vinto da "Il ragazzo invisibile" di Gabriele Salvatores. Film rivelazione, la commedia "Noi e la Giulia" di Edoardo Leo, votato anche per il miglior attore non protagonista: Claudio Amendola.Per la prima volta il premio si è aperto alla serialità d'autore, con il Ciak Speciale Serial Movie assegnato a Maria Pia Calzone, Donna Imma di "Gomorra". Mentre un Ciak Speciale è stato assegnato al produttore Fulvio Lucisanoper la sua lunga e fortunata carriera.