Roma, (askanews) - Cinecittà World, il parco del cinema di Roma, il 24 luglio festeggia il suo primo compleanno con una festa speciale, "La festa delle stelle": set animati fin dal mattino, decorazioni, trampolieri, musica, spettacoli e gran chiusura serale.Il direttore generale Riccardo Capo:"Il primo compleanno non si scorda mai. Ci sarà una festa particolare e con l'occasione inauguriamo un nuovo spazio con le scenografie del film "Erode", sarà il tempio di Erode. In più debutterà un nuovo spettacolo serale per tutta la stagione estiva e avremo una madrina d'eccezione, Maria Grazia Cucinotta, che farà uno special event del nostro spettacolo principale "Enigma" e chiuderemo con i fuochi artificiali".Tracciando un bilancio del primo anno, il direttore generale si dice molto soddisfatto: soprattutto dai ragazzi delle scuole arrivano numeri in crescita, grazie ai progetti didattici attinenti al mondo del cinema, dalla storia romana agli spaghetti western.Quali attrazioni hanno più successo?"In questo periodo Caronte batte tutti, quindi le attrazioni ad acqua sono le più gettonate, poi ci sono i ragazzi che apprezzano quelle più adrenaliniche quindi 'Altair' con il 10 Inversion, che ce ne sono solo 4 al mondo, stimola forse di più i ragazzi a una nuova sfida personale".Per Capo il punto di forza di Cinecittà World è che lo spettatore è immerso in una realtà: non è seduto in un'arena a guardare uno spettacolo, come negli altri parchi, ma è all'interno di una scenografia, quasi in un set cinematografico.Avete in progetto nuove attrazioni?"Stiamo lavorando per presentare l'anno prossimo una nuova attrazione che si chiama 'Flying Theatre' che è molto complessa, ce ne sono solo tre al mondo, l'unica in Europa, è uno spettacolo: si sta seduti a teatro ma si vola proprio sulla proiezione cinematografica in uno schermo convesso. Poi abbiamo il nostro set di 'Ben Hur', dove sono state girate le riprese del film che uscirà a gennaio 2016 e che diventerà parte del parco l'anno prossimo".E perché no, dopo il kolossal non si esclude di usare il parco come set di altri film.