Tianjin (askanews) - In queste drammatiche immagini aeree, filmate dopo le esplosioni nel deposito di sostanze chimiche di Tianjin, in Cina, si percepiscono concretamente le dimensioni della tragedia provocata da una serie di devastanti deflagrazioni in serie e in cui hanno perso la vita 114 persone, senza contare le centinaia di feriti. A una settimana dalla catastrofe, le conseguenze causate dalle 700 tonnellate di cianuro saltate in aria diventano sempre più gravi. La pioggia a Tianjin è diventata acida. Bagnata dall'acqua piovana, la pelle di chi viene colpito si arrossa e diventa urticante. Ma il governo cinese rassicura: secondo i dati raccolti i limiti di inquinamento di aria e acqua resterebbero nei range accettabili.