Milano (askanews) - Nel suo ultimo disco, "Canzoni", Chiara Civello ha tolto i panni di cantautrice e indossato quelli di interprete di grandi successi italiani, duettando con artisti di fama mondiale come Gilberto Gil e Chico Buarque, Esperanza Spalding e la star del pop brasiliano Ana Carolina. I brani vanno da Paolo Conte a Lucio Battisti, da Vinicio Capossela ai Negramaro, il filo conduttore è l'amore, con la produzione artistica di Nicola Conte."Dopo quattro dischi da cantautrice - ha spiegato -ho sentito il bisogno di fare un tributo alla musica italiana, delle mie radici, riversando tutto quello che avevo assorbito negli anni vivendo fuori, a New York e in Brasile e frequentando uno stile musicale diverso. La musica del passato va tenuta presente, nel repertorio americano ci sono le grandi canzoni che vengono reinterpretate quotidianamente da artisti di vario genere: la cosa della musica italiana è che è stata sempre suonata in un certo modo molto melodrammatico e poco internazionalizzata".Le collaborazioni celebri sono nate in modo naturale. "Non si può mentire con questo lavoro - ha sottolineato - l'hanno scelto perchè l'hanno sentito. Ana ha scelto 'E penso a te', Gil 'Io che non vivo senza te', Chico era inevitabile che avrebbe scelto 'Io che amo solo te perchè era amico di Sergio Endrigo. Il bello è stato che hanno sancito il tributo cantando in un italiano bellissimo".Chiara Civello per Natale ha rivisitato il brano "Have yourself a Merry Little Christmas", regalandogli un'atmosfera più soul. Il 22 dicembre sarà a Lecce per un concerto speciale in carcere."E' un'esperienza importante. Credo che anche a chi è stato privato della libertà debba comunque essere concesso un modo di poter ascoltare la musica e identificarsi con grandi canzoni dal vivo", ha concluso Civello.