Milano (TMNews) - Avrebbe compiuto 90 anni il prossimo 9 ottobre, Carla Accardi, artista trapanese tra i nomi più importanti dell'astrattismo italiano, morta a Roma dopo un malore. Legata al gruppo Forma, con il marito Antonio Sanfilippo e, tra gli altri, Piero Dorazio e Giulio Turcato, Accardi ha analizzato il tema del segno e della superficie che lo ospita, spazio che, progressivamente, ha abbandonato la struttura tradizionale della tela per aprirsi ad altre soluzioni, in qualche modo anticipando l'Arte povera. Nel 1964 ha esposto alla Biennale di Venezia con una propria sala personale.Pochi anni fa alla Galleria Bonomo di Roma Carla Accardi aveva parlato così del proprio rapporto con il colore: "Io do molta importanza alla comunicazione che dà il colore - aveva detto l'artista - come se fosse un verso, oppure una musica".Oggi il mondo dell'arte italiana saluta dunque la sua "signora dell'astrattismo".