Atom Egoyan, attenzione a web, viviamo mondo assurdo