Cannes (askanews) - Tanto cinema da ogni continente, glamour e star. Ma anche tanta Italia d'autore a Cannes con Matteo Garrone, Nanni Moretti e Paolo Sorrentino che presenteranno i film "Il racconto sdei racconti", "Mia madre" e "Youth". Alla sessantottesima edizione del festival francese, in programma dal 13 al 24 maggio, a contendere ai tre italiani la Palma d'oro che sarà assegnata dalla giuria presieduta dai fratelli Coen, saranno sedici pellicole. Tra queste l'ultima di Jacques Audiard "Dheepan", come annunciato dal direttore artistico del festival Thierry Fremaux, "La tete Haute" di Emmanuelle Bercot, "Marguerite et Julien" dell'attrice Valerie Donzelli, il film "The Lobster" del greco Yorgos Lanthimos e "Carol" di Todd Haynes. Due i cinesi in gara, "Mountains May depart" di Jian Zhang Ke e "L'assassino" di Hou Hsiao-Hsien. E tornando al vecchio continente, si vedranno "Louder Than Bombs" del norvegese Joachim Trier e l'ungherese "Son of Saul" di L szl Nemes. Poi il Giappone con "Our little sister" di Koreeda Hirokazu e un "Macbeth" australiano di Justin Kurzel con Michael Fassbender. Chiudono il programma "The sea of Trees" di Gus Van Sant e "Sicario" della canadese Denis Villeneuve. Ma Thierry Fremaux ha annunciato che non è finita qui. Nei prossimi giorni saranno resi noti ancora tre o quattro titoli in corsa per la Palma d'oro.Fuori concorso c'è attesa per "Mad Max: Fury Road" di George Miller, per il nuovo Woody Allen, "Irrational Man", e per la trasposizione in pellicola del "Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupery, nella versione di Mark Osborne. Tante le star che calpesteranno il tapis rouge, da Cate Blanchett a Colin Farrell e Matthew McCounaughey. Ma attenzione ai selfie: da quest'anno sono vietati in passerella.