Roma, (TMNews) - Una collezione di 140 opere, con un selezionato nucleo di modelli architettonici accompagnato da studi preparatori, ma anche dipinti ad acquerello e sculture, realizzate in bronzo, marmo, alabastro e legno.E' la mostra di Santiago Calatrava, dal titolo "Le metamorfosi dello Spazio", in scena al Braccio Carlo Magno in piazza San Pietro fino al 20 febbraio.Micol Forti, curatrice della Mostra:"E' una mostra particolare perchè non presenta solo la sua opera architettonica, ma anche la sua opera pittorea e scultorea. Quindi mostra un artista molto più completo e complesso rispetto a quello che conosce il grande pubblico".Tra le opere esposte anche il grande modello architettonico della Chiesa greco-ortodossa di St. Nicholas di New York progettata per Ground Zero, la torsione delle vele che danno vita al progetto per il Palasport a Roma, l'Opera House di Tenerife, e la cattedrale di St. John, sempre a New York."Si è voluta esaltare l'identità formale dell'opera, lasciando ad ognuno la sua autonomia ma al tempo stesso permettendo un dialogo e una contaminazione con le opere vicine".