Roma (Askanews) - Più diverse non potrebbero essere: una è insicura e un po' freak, l'altra una virago tutta scollature e tacchi a spillo, ma all'improvviso si ritrovano a condividere l'educazione di un bambino di 7 anni, figlio del loro ex marito. Succede in "Nemiche per la pelle", che ha per protagoniste Margherita Buy e Claudia Gerini, per la prima volta insieme sullo schermo dirette da Luca Lucini. Gerini: "Lo specchiarsi nel diversissimo da te funziona da morire, perché noi ci guardiamo schifate una dell'altra: lei schifata dei miei tacchi, io dei suoi camicioni".Il soggetto è di Margherita Buy, che ha spiegato: "Noi donne ci osserviamo molto, ogni donna è un mondo a parte, quindi mi divertiva metterli a confronto, mi divertiva mettere un bambino inizialmente come 'merce' usata, come si fa spesso, per esempio nei rapporti tra coppie che si separano, quindi parlarne in questo modo attraverso le voci di due donne". Nel film precedente, "Io e lei", la Buy aveva fatto coppia con Sabrina Ferilli. La pellicola di Maria Sole Tognazzi raccontava la vita di una coppia di donne omosessuali, qui il rapporto tra le protagoniste è diverso, ma la Gerini ha sottolineato: "E' interessante che non siano due madri che abbiano un rapporto affettivo-sentimentale o sessuale, è un tipo di famiglia ancora diverso, per questo, dicevamo prima, la legislazione dovrebbe accorrere a proteggere, dare un valore, una dignità a questi nuclei familiari".