Milano (askanews) - L'Albero della vita, le piante che costeggiano la Lake arena, la facciata-foresta di Palazzo Italia: ora anche gli alberi di Bruno Munari. Nell'Expo che si occupa di nutrizione e sostenibilità ambientale arriva anche una installazione dedicata ai bambini, ma non solo, sviluppata partendo da un progetto dell'artista milanese e dalla sua scatola-gioco "Metti le foglie", per aiutare i visitatori a riconoscere la biodiversità italiana. Silvana Sperati, presidente dell'Associazione Bruno Munari, ha curato il progetto."Adulti e bambini - ci ha detto - troveranno questi fogli, che sono stati pensati appositamente, e ognuno è dedicato a una regione italiana che è presente. Il gioco è quello di scoprire dalla silhouette di che regione si tratta e quindi di andare a cercare in un grande timbro a forma di Italia la regione e divertirsi a completare questo gioco".Sui fogli, che hanno incuriosito anche la presidente di Expo Spa e commissario generale di Padiglione Italia Diana Bracco, sono raffigurate specie di piante tipiche delle nostre regioni, che i visitatori sono invitati a riconoscere e a collocare. Lo studio Giò Forma Design, rappresentato da Florian Boje (+++ pronuncia boie, con la o molto chiusa +++) si è fatto carico di realizzare l'instalazione, a partire dal tavolo che ne è il cuore."Sembra il momento degli alberi - ha detto il designer - noi abbiamo già l'esperienza dell'Albero della vita e quindi in qualche maniera seguire l'idea di crescita della natura di Munari per noi era un gioco da ragazzi ed è un gioco da ragazzi".Un gioco che si inserisce nella mostra dedicata alla "Potenza del futuro" e che riporta l'attenzione sul rapporto con la natura e la sua conoscenza. Oltre a sottolineare l'importanza di un approccio ironico anche a temi molto seri, come la salvaguardia della biodiversità e, perché no, della voglia di continuare a creare e a stupirsi.