Francoforte (askanews) - "Penso che un Paese che non legge è un Paese poco consapevole, un Paese incolto è un Paese che può essere facilmente preda di idee diciamo pericolose. Noi dobbiamo investire nella cultura, il nostro ministero, insieme al ministero dell'Istruzione, hanno la chiave perché questo percorso possa diventare efficace, perché quel numero negativo che purtroppo quest'anno dobbiamo ancora accogliere diventi un numero positivo". Lo ha detto il sottosegretario al ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Ilaria Borletti Buitoni, a Francoforte per partecipare alla presentazione del Rapporto sullo stato dell'editoria in Italia 2015 della Associazione italiana editori.