Roma (TMNews) - Body Worlds, la mostra dei corpi plastinati, torna a Roma forte di un successo mondiale di oltre 40 milioni di visitatori. La nuova edizione propone un approccio del tutto diverso da quella del 2011-2012: racconta la trasformazione del corpo nel corso della vita, dal concepimento all'adolescenza, poi la vita adulta e, infine, la vecchiaia. I corpi sono esposti nella crudezza scientifica del processo di plastinazione che ne ha asciugato tutti i liquidi e gli umori sostituendoli con polimeri plastici che li bloccano in un gesto vitale per il resto dei loro giorni."Body Worlds è il ciclo della vita - ha raccontato Fabio Di Gioia, curatore dell'edizione italiana della mostra - In questo allestimento racconta come il corpo si trasforma dalla nascita all'infanzia, dall'adolescenza alla persona matura, fino alla terza età. E' la parabola della nostra esitenza, vista e visssuta con una telecamera diversa, quella dei nostri occhi che penetrano il corpo umano carpendone le trasformazioni ed il significato delle mutazioni vitali".La mostra dei corpi plastinati, a Roma capitale del cattolicesimo, non ha trovato nelle precedenti edizioni l'entusiamo di alcuni ambienti cattolici che vi hanno letto uno scarso rispetto per il corpo umano, creato di Dio. In questa edizione, invece, la reazione è apparsa di maggior apertura. "La polemica - ha spiegato Di Gioia - non è tanto sul risultato quanto sul se sia opportuno o meno questo tipo di esposizioni. Dalle reazioni del pubblico, numeroso, scuole e studenti di medicina, capiamo che queste mostre servono. Ce ne ha dato una indiretta testimonianza un articolo dell'Osservatore Romano dove si distingue opportunamente tra chi ha creato questa mostra, ed i valori didattici e scientifici che la mostra possiede".Ma alla fine cosa spinge tanta gente (circa 500mila persone hanno visto il precedente tour italiano) a visitare Body Worlds: interesse scientifico o curiosità morbosa verso la morte? "E' un fatto individuale che dipende dall'educazione della persona. Chi viene a vedere la mostra per morbosità ha un'occasione in più per conoscere un mondo straordinario. Ne esce cambiato, con un'opinione diversa e scopre di essere finalmente entrato a fondo nel miracolo della vita che è il corpo umano".La mostra "Body Worlds:il ciclo della vita" é a Roma negli spazi del SET in via Tirso ed è visitabile fino al 15 febbraio 2015.