Milano (TMNews) - Va in scena a Firenze in piazza Santa Croce sabato 5 ottobre la seconda edizione di BiblioPride, la giornata nazionale delle biblioteche italiane che si connota come una festa a sostegno della pubblica lettura. Per l'occasione il professor Luciano Canfora ha ricordato l'importanza delle biblioteche nel tessuto sociale. "C'è un rapporto - ha spiegato - tra il miglioramento della convivenza civile e il libro raccolto in biblioteche, cioè reso accessibile al più largo pubblico".Ideato e organizzato dall'Associazione italiana biblioteche presieduta da Stefano Parise, il BiblioPride 2013 porterà in piazza molti nomi della cultura italiana, per ricordare all'intero Paese l'importanza del sostegno ai beni culturali, paradossalmente, nota ancora Luciano Canfora, sempre agli ultimi posti per i finanziamenti. "Io propongo sempre - ha concluso il filosofo - di cambiare radicalmente la ratio del bilancio dello Stato. Il nostro bilancio statale è perverso, è fondato su valori capovolti: basti considerare la nullità di risorse per i Beni culturali e la povertà delle scuole".La speranza dei bibliotecari è che le cose possano presto cambiare.