Torino (askanews) - Arriva in ritardo alla conferenza stampa e poi sbuffa sotto flash dei fotografi, finché non li apostrofa: "Se continuate così me ne vado".E' Belen Rodriguez, che gioca a fare la diva del cinema a Torino, dove è stato presentato in anteprima il film in cui è la protagonista femminile, "Non c'è due senza te" di Massimo Cappelli, pellicola sostenuta dalla Film Commission Torino Piemonte e in uscita in 180 sale.Una commedia degli equivoci, in cui la vita di coppia di due gay si incrina a causa dell'arrivo di un bambino e della prorompente bellezza argentina.Moreno, interpretato da Fabio Troiano anche sceneggiatore della pellicola, e Alfonso, interpretato Dino Abbrescia, il vero mattatore della commedia, devono ospitare il nipotino di quest'ultimo in casa loro. Nel frattempo Moreno, arredatore rampante, conosce Belen Rodriguez, che mette a dura prova le sue convinzioni. Il tutto sotto gli occhi dell'acida signora Capasso, loro vicina di casa, interpretata da Tosca D'Aquino.La Rodriguez si dice felice di vestire i panni dell'attrice."Il mio modello di attrice è Meryl Streep ma dovrei rinascere con un altro corpo e un altro cervello" ha detto la show girl, sottolineando che sono ormai 10 anni che calca le scene televisive. Nel suo futuro tuttavia vede ancora il cinema e accarezza un sogno: "Visto che parlo lo spagnolo mi piacerebbe un giorno riuscire a fare un film con Almodovar".Comunque non importa se lavori per il cinema o per la tv, ciò che ti permette di andare avanti è una rigida disciplina, ha sentenziato in chiusura di conferenza stampa.