Dogliani (Cuneo), 4 mag. (TMNews) - Il maestro del piccolo schermo non risparmia pesanti critiche al sistema televisivo nazionale. Pippo Baudo al festival della tv e dei nuovi media a Dogliani in provincia di Cuneo si scaglia contro il moltiplicarsi dei talent show: "Negli ultimi tempi - ha detto - con i talenti stiamo esagerando. Un talento, in quanto tale, deve durare almeno cinque o sei anni, questi si spengono domani mattina. E soprattutto si creano illusioni nelle famiglie".Ma le critiche non si fermano qui. La televisione per il decano dei presentatori è diventata un'unica marmellata, con canali che si copiano tra loro. "La moltiplicazione delle reti ha rovinato tutto, perchè se fosse moltiplicazione di idee sarebbe un vantaggio, ma siccome è solo un copiare l'uno dall'altro la gente non sa più cosa fare e saltella da un canale all'altro".Pippo Baudo tonerà in televisione con la seconda edizione di Viaggio in Italia, in onda su Rai 3 dall'11 giugno. Ma per Fabrizio Del Noce Baudo potrebbe fare ancora un Sanremo e Pippo ironizza: "Certamente Pippo vorrebbe fare un altro Sanremo" ha detto Del Noce. "Uno solo" ha replicato divertito Baudo.