Milano, (TMNews) - Professionalità e personalità, discrezione e sorriso: sono i biglietti da visita di Barbara Pozzo, scrittrice al debutto con "La vita che sei - 24 meditazioni sulla gioia". Terapista della riabilitazione specializzata in medicina manuale, moglie di Luciano Ligabue, racconta i 30 anni trascorsi al fianco delle centinaia di persone che a lei si sono rivolte per problemi e dolori fisici. Lo spunto nasce dal sito www.somebliss.com in cui dialoga con i lettori sui temi del benessere fisico e mentale."Era un intento di restituire tutto quello che ho raccolto con l'esperienza delle persone che sono venute in cura da me e sono quelle da cui ho più imparato. Prendersi cura è amore, l'amore è la mia legge: quando ci si rivolge agli altri a fine di bene è sempre amore".La figura di Ligabue resta sullo sfondo: "Metto in conto che ci sia anche la curiosità per quello che scrivo e dico perchè sono la moglie di, ma è anche un grosso vantaggio in questo senso. Non ho la velleità di apparire più di tanto, non è la mia dimensione, la utilizzo per far conoscere le cose a cui tengo ma non è il mio obiettivo"."Gioia" è la parola che Barbara sceglie per delineare un percorso in 24 capitoli che non vuole convincere. "Non propongo nessun tipo di pratica o di esercizio, è solo un suggerimento a ricordarci chi siamo. Possiamo mantenere il contatto con noi stessi, quella è la nostra salvezza, il collegamento con la parte profonda di noi, la nostra anima, che non va dimenticata". Il libro è andato esaurito in meno di una settimana nelle librerie italiane, è in ristampa per la seconda edizione.