Azay-le-Rideau (askanews) - Storia e immaginario. Nella valle della Loira, Azay-le-Rideau è un castello ricostituito nel diciottesimo secolo come un sogno rinascimentale. Quest'anno per Natale si illumina grazie alle favole, alle torte e ai dolciumi. Sonia Messmer è guida del castello: "L'animazione durante le feste di Natale ci porta tante ghiottonerie ma anche molte altre cose perché in ogni stanza abbiamo il tema di una favola. Questa tavolata è la cena sontuosa della Bella e la Bestia, fra colori, cristalli e caramelle, con una rosa di cioccolato bianco ad attirare gli sguardi".

Fra questi abeti, le nocciole di cioccolato richiamano le molliche seminate da Pollicino nel bosco.

In cucina, il paniere di Cappuccetto Rosso prepara la merenda della nonna, fra marmellate, latte, bricchi e uova.

E in biblioteca anche i libri sono fatti di cioccolato: "come vedete, libri di favole e cioccolato, con un colore che seduce".

Come moltissimi castelli della Loira, Azay-le-Rideau è anche una meraviglia architettonica, con una bellissima scalinata rinascimentale all'italiana, dritta, con i mancorrenti scavati nel muro.

"Questo castello in origine è costruito nel quindicesimo secolo sulla base di un'antica fortezza" spiega Messmer. "I proprietari non poterono finirlo, e i marchesi di Biancourt nel Settecento gli diedero questa immagine di completezza".

Una visita per gli appassionati di favole e di storia: "Questo gioiello del Rinascimento è costruito su un isolotto naturale, pensato per creare questo magnifico riflesso nell'acqua, con un parco all'inglese tutto intorno; un elegante castello rinascimentale, ma in più, romantico!"