Roma, (askanews) - "Il mezzogiorno va aiutato e qui subentrano molto le possibilità che può offrire il settentrione nella gestione dell'unica fonte possibile di riscatto, che sono i fondi europei per lo sviluppo delle aree sottosviluppate": lo ha dichiarato, in un'intervista nello studio di askanews, Riccardo Scarpa, autore del saggio "Nordici e Sudici - molto ci unisce, troppo ci divide" (Diana edizioni).Secondo il giornalista de Il Tempo, questi fondi, se utilizzati con progetti credibili e finaziabili, possono significare ricchezza e lavoro per il Sud. Il problema del Sud è che non riescono mai a presentare progetti credibili e soprattutto utili. Se si pensa che è stata finanziata dall'Europa la sagra del peperoncino a Longobucco (Cs) in Calabria e altre amenità di questo tipo".