Roma (TMNews) - Augusto alle Scuderie del Quirinale: chi era il grande imperatore romano? L'ideatore della mostra, Eugenio La Rocca: "E' una figura multiforme e come tutte le figure multiforme con luci ed ombre. Certamente in epoca triumvirale mostrò i suoi lati più crudeli ma dopo volle far dimenticare tutto questo, e ci riuscì in una maniera eccezionale sviluppando una cultura figurativa ma anche letteraria basata proprio sul sentimento di pace e della prosperità dei campi. Secondo me il pezzo più bello in assoluto è il rilievo Grimani di Palestrina, è la summa della cultura figurativa augustea, è un incanto, qualcosa di analogo alle Georgiche di Virgilio. Ma i capolavori sono tanti, l'Augusto di Prima Porta, le sculture di Corinto, l'Augusto di Arles, i rilievi Medinoceli che non sono mai stati visti prima: sono una serie di capolavori, opere scelte una ad una proprio per rappresentare il periodo augusteo nel modo migliore".