Milano (TMNews) - L'arte, nonostante tutto, continua a muovere l'economia, con buona pace della crisi. A Milano nuove gallerie aprono i battenti, ultima in ordine di tempo Il Vicolo, storico marchio genovese, che ha inaugurato uno spazio di 100 mq in via Maroncelli, a due passi da Corso Como. A dirigerla, insieme al fratello Stefano, Martina Gagliardi, nipote del fondatore della galleria, il futurista Alf Gaudenzi."Abbiamo una formula già collaudata di galleria con bookshop dove vendiamo grafica d'autore - ci ha detto - e abbiamo voluto riproporla a Milano, che è una città stimolante per noi, una novità".Il Vicolo è nata nel 1967 e ha subito puntato sulla grafica, nell'ottica di avvicinare all'arte, e all'acquisto di arte, un pubblico più vasto. Lo stesso concetto viene applicato ancora oggi e così nella sede milanese si trovano tanto i pezzi unici e le opere di grande formato, quanto stampe e multipli dai prezzi contenuti. Perché la sostenibilità economica è fondamentale per tutti."Aprire una galleria d'arte - ha aggiunto Martina Gagliardi - è comunque un rischio, una scelta importante. Ma noi abbiamo scelto di proporre la nostra galleria con il nostro format, ormai molto conosciuto e affermato. E ci crediamo".Per l'inaugurazione Il Vicolo ha allestito una mostra con opere di cinque artisti: Marcello Chiarenza, Mirko Baricchi, Anke Feuchtenberger, Antonio De Luca e Stefano Ricci.