Londra (TMNews) - Rotazioni, movimenti, giochi visuali a volte spiazzanti. L'arte cinetica, corrente storica che ha introdotto il concetto della mutazione dell'opera artistica nel momento stesso della fruizione da parte dello spettatore, è protagonista di una mostra nella galleria londinese di Mayfair della case d'aste Christie's, che sembra riportare, anche visivamente, la capitale britannica al tempo della Swinging London."La mostra - spiega Jacob Uecker di Christie's - presenta diverse forme di arte cinetica, il movimento è al centro della kinetic art e ci sono qui lavori che hanno motori elettrici, altri che si basano sulle fluttuazioni della luce e altri che non hanno nessun motore, ma che vibrano nel momento in cui gli giriamo intorno. Tutto rimanda all'idea di sperimentare con nuovi materiali e con la tecnologia per cambiare la nostra percezione delle cose e dello stesso concetto di arte".Lo spettacolo è assicurato, così come quel lieve senso di incertezza percettiva che gioca con lo spettatore, lasciandolo talvolta disorientato e incerto. Forse la cosa migliore che l'arte, nel suo essere prassi anti dogmatica, può continuare a fare.(Immagini AFP)