Milano, (askanews) - Tra spettatori di opere liriche, di altri spettacoli e semplici visitatori, ogni anni sono circa un milione e mezzo le persone che entrano nell'Arena di Verona e ne calpestano i marmi. Numeri da record che impongono un restauro da 14 milioni di euro che sarà interamente finanziato da privati, la Fondazione Cariverona e Unicredit. I fondi serviranno soprattutto alla sistemazione delle gradinate e al rifacimento degli impianti, ma il sindaco di Verona Flavio Tosi pensa già all'intervento successivo, cioè la copertura dell'anfiteatro romano con una struttura moderna."Io spero di avere il prima possibile l'ok da parte del ministero per il concorso di idee, abbastanza rapido, quindi nell'arco di alcuni mesi ci potrebbero essere le idee. Lì a quel punto si vede se è possibile o meno".Tosi garantisce che anche in questo caso ci sono già i privati pronti a finanziare la struttura che costerebbe alcuni milioni di euro."In base al tipo di progetto ci sono i tempi: ci possono essere mille idee diverse, spero ce ne siano tantissime se si tratta di una sfida non dico impossibile, ma sicuramente tra quelle più complesse, cioè quella di coniugare un monumento come l'Arena con una struttura moderna".In attesa della copertura, se mai si farà, si parte con i restauri e in questo caso i finanziatori beneficieranno delle agevolazioni fiscali previste dal cosiddetto Art Bonus introdotto di recente dal governo.