Roma (TMNews) - In mostra al Maxxi di Roma le storie degli architetti italiani all'estero: l'antifascista Lina Bo Bardi e il museo dell'arte contemporanea di San Paolo in Brasile. Il curatore della mostra Pippo Ciorra: "E questa è una storia meravigliosa che è quella di Lina Bo Bardi, che era la moglie di un critico d'architettura degli anni 30 e 40 che si chiamava Pietro Maria Bardi, antifascisti: loro dopo la guerra si fanno affascinare da questo scenario progressista che c'era in Sudamerica, si spostano in Brasile e diventano due figure cruciali del dibattito artistico, fanno un sacco di progetti insieme fra cui questo che è il museo d'arte contemporanea di San Paolo, che è un progetto straordinario in cui lavorano insieme sia sull'edificio sia sul progetto curatoriale del museo, a quella potenza che c'è nella architettura brasiliana la Bo Bardi aggiunge la sensibilità italiana e arriva a livelli veramente altissimi".