Da Garrone a Sorrentino, date attenzione alle storie impegnate