Roma, 21 ott. (askanews) - Una voce dal mondo del cinema a favore dei migranti: 5.000 registi e professionisti hanno già aderito a "For a 1000 Lives: Be Human", l'appello rivolto ai governi nazionali e alla Commissione Europea affinché gestiscano la crisi umanitaria nel rispetto dei valori fondamentali dell'Unione Europea, basandosi quest'ultima sui valori del rispetto della dignità umana e dei diritti umani, compresi i diritti delle persone.Firmatari Marco Bellocchio, Susanne Bier, Isabella Rossellini, i fratelli Jean Pierre e Luc Dardenne e molti altri. E diversi attori e registi hanno portato personalmente il messaggio al Parlamento europeo di Bruxelles chiedendo un'Europa più accogliente per chi fugge da situazioni disperate. Tutti concordi sul fatto che l'Unione europea non sia soltanto un'unione economica, un mercato, ma rappresenti anche e soprattutto un'unione di intenti e di valori.Tra loro, c'era anche il regista francese premio Oscar di "The Artist" Michel Hazanavicius."L'Unione europea deve offrire protezione a chi fugge da guerre, terrore e persecuzioni, deve dare un via legale. Queste persone non devono essere costrette ad arrivare qui in modo illegale, mettendosi in mano ai trafficanti, devono poter trovare rifugio".E' intervenuta anche la nostra Valeria Bruni Tedeschi:"Sono qui in rappresentanza del mio lavoro di regista e attrice, ma la mia presenza a Bruxelles vuole testimoniare che siamo tutti sulla stessa barca, le persone coinvolte in questa tragedia non sono estranei che vengono da lontano, ma è gente come noi, siamo tutti uguali, queste persone vanno accolte insieme alla loro ricchezza intellettuale e umana".