Roma, (askanews) - Ha scritto un brano interamente dedicato ai rifugiati. Numa è cantautrice e produttrice del progetto "Promised Land", lancia un appello affinchè i profughi siano ascoltati e rispettati: "Viviamo in un Paese, come l'Italia, che è in pace. Ci sono paesi che vivono costantemente in guerra: hai le bombe sulle scuole, bambini che muoiono. urtroppo la guerra avviene tutte le volte che non c'è al centro la sacralità della vita.L'invito di Numa è questo: "Capire che gli altri siamo noi, lo spirito dell'offerta può essere anche minimo ma sincero e potente".Infine, un appello. "Se cerchiamo di capire veramente che gli altri siamo noi e che il dare non è necessariamente far entrare in casa tante persone ma già avere un interesse, chiedere al governo, di fare qualcosa anche per gli altri".