Roma, (askanews) - Un miliardo di visualizzazioni online, grazie alla piattaforma-community Wattpad, poi un bestseller cartaceo negli Stati Uniti, con traduzioni in 30 paesi e i diritti cinematografici acquistati dalla Paramount: è il fenomeno After, la saga rosa della ventiseienne americana Anna Todd, di cui ora è uscito in Italia per la Sperling & Kupfer il nuovo capitolo "Before". Una riprova di come il collegamento fra internet e la carta apra nuovi orizzonti anche per l'editoria "tradizionale". Askanews ne ha parlato con l'autrice, in questi giorni in Europa per la presentazione di Before."E' successo tutto spontaneamente, è ancora così quando scrivo i miei nuovi libri, non ho mai un progetto per il finale, adoro ricevere i feedback dei lettori su Wattpad, è così importante per me sapere cosa pensano". "Per fortuna il mio editore Simon & Schuster è molto progressista su questo aspetto, amano provare cose nuove: ad esempio quando ho cominciato a lavorare al mio prossimo libro, "Nothing more", non mi piaceva, non era la stessa cosa". "Allora ho chiesto all'editore di lasciarmelo postare su Wattpad via via che lo scrivevo, il che significa che lo si poteva leggere gratis, e all'inizio mi hanno detto 'ah, vediamo un attimo', ma ora hanno fiducia in me"."E io credo che stanno cominciando a vedere che questo probabilmente è il nuovo modo di scrivere e che ci sono tantissime persone su Wattpad o altre piattaforme che hanno storie molto popolari ma che non sono mai state pubblicate. Quindi ora sono davvero interessati, e infatti conosco molte persone che hanno appena firmato un contratto con un editore o lo stanno per firmare".Questo nuovo sistema "social" su internet sta trasformando anche il rapporto fra i libri e Hollywood, spiega Todd: "Io ho avuto un contratto cinematografico prima di quello con una casa editrice, proprio tutto al contrario rispetto al solito". "E' meno rischioso per un editore o un produttore se una storia ha già dei fan e un'audience: anche se solo il 5% delle persone che hanno letto il mio libro vedesse il film, sarebbe pur sempre un successo e questo non vale solo per me, credo sia davvero una miniera d'oro, in entrambe le direzioni".Un tale successo online significa che Anna Todd è sempre connessa per rispondere e dialogare con i suoi lettori-fan, un rapporto sconosciuto agli scrittori tradizionali: "Se sono fuori a pranzo o sono in giro sto sempre al telefono chattando con i miei lettori, è davvero importante per me anche perché ho cominciato senza nessun lettore né follower"."Mi piacciono davvero tanto i miei fan, adoro il rapporto che ho con loro. A volte ho amici scrittori che sono sconvolti, sentono molta pressione, e lo capisco, non tutti amano i social media come me. Ma per quel che mi riguarda, non potrei mai immaginare di non parlare con loro o non rispondere su Twitter, è vero, mi prende un paio di ore al giorno, ma se rispondo a un tweet, sono cinque secondi, e magari ho fatto felice qualcuno per l'intera giornata: e così per me è davvero bello, è un modo per restituire almeno una parte di ciò che mi viene dato".