Milano (askanews) - 15 anni di carriera in un disco che racconta momenti di vita personale, oltre che musicale, di Anastacia, cantante che ha venduto 85 milioni di dischi nel mondo. A Milano presenta "Ultimate collection", che contiene molte hit, come il brano che l'ha lanciata, "I'm Outta Love", "Paid My Dues", "Left Outside Alone", "Sick And Tired", il duetto con Eros Ramazzotti "I Belong To You". Uno dei due inediti, "Take This Chance" parla anche dei momenti bui, dei problemi di salute, che ha superato. "Le canzoni mostrano una crescita spirituale: quando ho iniziato ero una ragazza e adesso sono una donna, ho attraversato molti momenti e problemi di salute, è bello mostrare ai fan la tua crescita. Non siamo perfetti, abbiamo alti e bassi: è giusto guardarsi indietro ed essere orgogliosi" dice la cantante."In questa fase è come se vivessi un sogno, quasi non credo di essere qui negli studi italiani della Sony, 15 anni dopo. E' una meravigliosa resurrezione, io guardo lassù e dico 'sei stato un po' subdolo'. È come se si fosse chiuso un cerchio, come tornare a casa".La cantante americana è tornata alla sua casa discografica degli esordi dopo un periodo in cui, ammette, si era fatta guidare troppo dai consigli altrui: un avvertimento per chi inizia la carriera musicale. "Molti degli artisti che emergono oggi sanno molto di più di quanto sapessi io grazie a Internet e alla tecnologia: hanno Instagram, Youtube ed è come se avessero una casa discografica loro, penso sia bello. Ma oggi tutti sono cantanti, il mercato è saturo dunque è più difficile trovare una voce particolare". "Penso che oggi molti cantanti siano uguali tra loro, alcuni come Ed Sheeran e Adele hanno un suono diverso, ma di solito ascoltano quello che è popolare piuttosto che quello che hanno nel cuore a livello musicale".Anastacia da aprile sarà in un tour in Europa: si parte dall'Italia, tappe a Padova, Milano e Bolzano il 3, 4 e 6 aprile, per poi tornare il 20 luglio al Lucca Summer Festival. "Con i fan italiani mi sento come se potessi andare a casa di ciascuno di loro a cena, sarebbe normale. Ora con i social media parlo molto con loro, sono molto affezionati, mi hanno visto crescere e io ho visto questo Paese diventare molto più affascinante di quanto pensassi, mi è stato molto vicino. È un rapporto che è migliorato nel tempo in tour e migliorerà ancora".