Roma, (askanews) - Due pistole appartenute a Napoleone sono state messe all'asta da Sotheby's a Londra in occasione dei 200 anni dalla battaglia di Waterloo. Alexander Kader, direttore della casa d'aste spiega: "Sono due pistole di taglia piccola, taglia 3, fatte in noce, decorate d'oro, create a Parigi nel gennaio 1814 da Jean Lepage, fabbricante d'armi dell'impero napoleonico. Erano un regalo da parte di Napoleone al figlio 'il re di Roma'".Nel gennaio 1814, Napoleone Bonaparte vide per l'ultima volta il figlio che aveva tre anni. Secondo il direttore di Sotheby's, le due pistole sono l'ultimo regalo dell'imperatore francese al figlio: "Era l'inizio, pensava che la dinastia avrebbe regnato in Europa. Sfortunatamente solo due o tre anni dopo, l'intero impero francese collassò, come sappiamo nel giugno 1815, alla battaglia di Waterloo".Sul cannone i simboli dell'aquila imperiale e dietro l'arma la sigla personale di Napoleone: la N. La taglia piccola ovviamente era pensata per un bambino. "Non erano pistole costruite per sparare, anche se funzionano", ha concluso Kader.(immagini Afp)