Milano (askanews) - Milano riscopre la sua Galleria: dalla lounge di Duomo 21, al Seven Stars Galleria Hotel - dove per il semestre di Expo viene ospitato il James Beard American Restaurant nella Penthouse Suite - è tornato possibile guardare il cuore della città, la Galleria e piazza Duomo, dall'alto.Tra gli artefici di questo recupero c'è Alessandro Rosso, che con i suoi hotel e le sue iniziative sta costruendo una nuova identità per la Galleria. Una strategia di sviluppo che, spiega, non resta certo confinata solo a Milano. "Abbiamo voluto ricreare all'interno della più bella piazza di Milano, piazza Duomo, una verticalizzazione che si chiama Duomo 21 - dice Rosso - e che sarà la nostra astronave del life style italiano dove c'è e ci sarà di tutto: dalla parte museale e risotrazione al design. E poi moda e, soprattutto, gli italiani, con il loro modo di vivere con il vino con il cibo. E apriremo queste astronavi nelle migliori piazze del mondo per far vedere chi siamo noi, per farci conoscere meglio e per fare in modo che attraverso queste ambasciate gli stranieri decidano di partire immediatamente e venire a vedere le nostre bellezze".Con l'operazione Duomo 21, che apre ai milanesi, per aperitivi e incontri, gli spazi che affacciano su Piazza Duomo e sull'interno della Galleria, Milano torna ad avere una vista panoramica sulla città. "Quella terrazza era li che dormiva e in qualche modo sognava di essere ripopolata dai visitatori di Milano - dice Rosso - E devo dire che dopo la ristrutturazione è utilizzabile da chiunque voglia vedere Milano nella sua forma migliore, e da quella terrazza vi assicuro c'è la migliore vista di Milano".E presto si aprirà anche il corridoio che permette di passeggiare sui tetti della Galleria. "Tra poco, avete sentito, ci sarà la possibilità di salire sul tetto e ammirare la bellezza che il Mengoni ci ha regalato attraverso questa passerella, che, in onore degli americani, si chiamerà high-line".