Roma, (askanews) - A quattro anni da "La banda dei babbi Natale", Aldo, Giovanni e Giacomo tornano al cinema con "Il ricco, il povero e il maggiordomo", diretto insieme a Morgan Bertacca, e con la solita comicità surreale raccontano l incontro tra uno spregiudicato broker, Giacomo, il suo fedele maggiordomo, Giovanni, e un venditore abusivo, Aldo. Quando il primo cade in disgrazia, il secondo escogita una via d uscita cercando la collaborazione del terzo, ma la convivenza e i piani, ovviamente, risultano disastrosi. Il trio racconta i personaggi:"Il film parla di un povero che deve trovare nella vita un qualcosa che lo porti a realizzarsi"."La figura centrale, promotrice vera del film, è il maggiordomo, ovvero io". "In realtà il protagonista è il ricco, dalla ricchezza dipendono tutte le cose, questa sanguisuga lavora per me perché non saprebbe fare altro, l'altro squattrinato si butta sotto la mia auto per approfittarne perché è un vero corpo parassita".La loro comicità, spiega il trio, viene dalla loro amicizia e collaborazione che dura da quasi 25 anni, anche se, ogni film risente dell'attualità e questo parla della crisi, della solidarietà e del sapersi accontentare.