Roma (TMNews) - Nina Zilli e Fabrizio Bosso saranno in tour in Italia per tutta l'estate con il loro progetto live "We love you". Un omaggio alle grandi voci della musica soul: da Amy Winehouse a Nina Simone, passando per Sam Cooke, Otis Redding, Etta James, Marvin Gaye e molti altri. "Questo progetto è nato come omaggio appunto a Amy Winehouse in quanto appunto diciamo regina del new soul. Cioè se oggi si parla di new soul è sempre grazie a lei".Non appena appreso del progetto il trombettista torinese non ha avuto dubbi: Nina Zilli era la voce che cercava. "Lei ha questa grande versatilità, a me piacciono molto i colori che ci ha lei, che riesce a tirare fuori dalla voce, e poi esce molto la sua solarità". Ma l'ammirazione tra i due artisti è reciproca. "Quando hai un artistone del genere che suona la tromba così e pensi a tutta la stora della musica soul, al jazz, a quello anche che poi queste musiche hanno significato per gli stessi afroamericani e per la cultura del tempo. Quindi poter ripercorrere la storia della musica con il jazz di Fabri che è libertà a 360 gradi e poi soprattutto anche l'amore che io ho per la musica che è il non ghettizzarla mai".Con molta probabilità il tour "We love you" diventerà un disco. "Sarebbe bello fermare qusta cosa perchè già dalla prima data che abbiamo fatto a Napoli ci siam divertiti veramente un sacco, ci sono tutti i presupposti per fare un bellissimo tour e sarebbe sicuramente carino fermare su disco questa cosa, non è detto che non avverrà".