Roma (askanews) - Trionfo ai David di Donatello 2015 per Francesco Munzi e il suo "Anime nere": per lui nove premi, fra cui miglior film, regia, sceneggiatura e migliori produttori. "Anime nere" ha poi vinto anchedue premi importantissimi come quello per la fotografia e il montaggio. "Leopardi non ha mai vinto, quindi sarebbe una cosa sensazionale": il David come migliore attore protagonista quest'anno se lo è aggiudicato Elio Germano per il film "Il giovane favoloso" sul grande poeta. Un incredulo Carlo Buccirosso ha vinto il premio come non protagonista per "Noi e la Giulia". "E' una cosa molto emozionante. Poi per il film, ci tengo molto": migliori attrici Margherita Buy e come non protagonista Giulia Lazzarini per "Mia madre" di Nanni Moretti.Miglior regista esordiente è Edoardo Falcone per "Se Dio vuole". Miglior documentario di lungometraggio è "Belluscone, una storia siciliana di Franco Maresco, miglior cortometraggio invece è "Thriller" di Giuseppe Marco Albano. Per "Il giovane favoloso" cinque riconoscimenti, fra cui miglior scenografia e migliori costumi, miglior truccatore e miglior acconciatore.Quentin Tarantino, grande ospite di questa edizione, ha ritirato i David di Donatello vinti in passato per "Pulp Fiction" e "Django Unchained" dalle mani di Ennio Morricone, che ha annunciato che realizzerà le musiche del prossimo film del regista americano. Il miglior film europeo quest'anno è "La teoria del tutto", quello straniero è "Birdman" di Alejandro Inarritu.