Firenze (TMNews) - La battaglia di Anghiari è forse il capolavoro più controverso di Lenardo Da Vinci. Realizzato nel 1503 nel Palazzo Vecchio a Firenze, rimase incompiuto e 60 anni dopo venne addirittura ricoperto da un'altra opera di Giorgio Vasari. Ora però è stata finalmente esposta al museo degli Uffizi di Firenze la "Tavola Doria", un frammento anonimo che riproduce la parte centrale dell'affresco di Leonardo.Cristina Acidini, soprintendente del polo museale di Firenze."Questa tavola - ha spiegato - della quale l'opificio ha accertato la natura e i dati tecnici, con risultati presentati a breve in un convegno scientifico, è certamente un grande recupero, rappresenta un recupero del nostro patrimonio artistico".La tavola era sparita nel 1940. Nel 2012 fu ritrovata dai carabinieri in una banca di Ginevra; la conservava per il museo Fuji di Tokio che l'aveva acquistata, in buona fede, nel 1992. Ora sarà esposta ogni 2 anni in Italia."Ci racconterà qualcosa, ci auguriamo, sulla vicenda in relazione a un originale che il pittore della Tavola Doria doveva avere davanti. E che cos'era quell'originale? Disegni di Leonardo? Un cartone colorato di Leonardo? La pittura incompleta di Leonardo o la pittura danneggiata di Leonardo? Sono tutte ipotesi in corso di valutazione".La Tavola Doria si potrà ammirare fino al 29 giugno assieme ad altre opere di stampo leonardesco tra cui un'altra copia con la stessa scena della Battaglia di Anghiari.