Roma, (askanews) - E' morto a 81 anni Horst Brandstaetter, l'industriale tedesco creatore dei Playmobil, i celebri pupazzetti di plastica che da oltre 40 anni fanno giocare grandi e piccini. "Con lui - ha dichiarato la Geobra Brandstaetter, società holding del marchio - se ne va non solo il capo, proprietario e patriarca della famiglia Playmobil, ma anche una delle personalità più caratteristiche del settore dei giochi in Germania".Brandstaetter entrò a 19 anni nell'azienda di famiglia allora guidata dai suoi zii. Capì subito che il futuro dei giocattoli era nella plastica e alla fine degli anni Cinquanta segnò il primo successo con l'Hula-Hoop.Ma fu con la crisi petrolifera degli anni Settanta che ebbe l'intuizione che permise alla società di diventare il primo fabbricante di giochi del paese: per affrontare l'aumento dei prezzi della plastica, Brandstaetter chiese infatti di creare degli stampi con un sistema di gioco modulare che sprecasse poca materia prima. Nacque così il celebre pupazzetto alto sette centimetri e mezzo, i cui tre modelli originali - indiano, cavaliere e operaio - spopolarono in tempi brevissimi.Nel 2014, i ricavi di Playmobil sono stati pari a a 595 milioni di euro. Brandstaetter preparava la sua successione dagli anni Novanta, con la costituzione di una fondazione che ora amministrerà il gruppo secondo le sue volontà.