Milano (askanews) - Se ne è andato a 69 anni Alan Rickman, grande interprete della tradizione britannica al cinema e in teatro. E' stata la famiglia ad annunciare la scomparsa dell'attore, malato di cancro.La sua è stata una carriera lunga più di 30 anni, segnata dal suo inconfondibile timbro di voce e scandita da una serie di personaggi resi memorabili dalla sua interpretazione.Per le nuove generazioni Rickman sarà per sempre l'uomo che ha dato vita allo sguardo glaciale del professor Severus Piton, uno dei protagonisti della saga cinematografica di Harry Potter.Ma è stato anche il tenero colonnello Brandon di "Ragione e sentimento" e il marito fedifrago di "Love Actually", due ruoli accanto all'amica di sempre Emma Thompson.Altri ruoli da cattivo hanno segnato la sua carriera: il viscido sceriffo di Nottingham di "Robin Hood, Principe dei ladri" e il temibile Hans Gruber, l'avversario di Bruce Willis nel primo "Die Hard - trappola di cristallo", suo esordio al cinema nel 1988, che gli diede immediatamente fama mondiale. Rickman è stato anche regista: nel 1997 diresse "L'ospite d'inverno", tratto da una piece teatrale, sua altra grande passione e ben 17 anni dopo, nel 2014, "Le regole del caos", di nuovo accanto a Kate Winslet, in cui si era ritagliato un cameo come Luigi XIV.