Roma, (askanews) - E' morta a 74 anni Laura Antonelli, attrice e icona sexy del cinema italiano. A trovarla senza vita nella sua casa di Ladispoli, dove da tempo si era ritirata, è stata la domestica al suo arrivo al mattino.Nata a Pola, in Istria, oggi Croazia, la diva, all'anagrafe Laura Antonaz, diviene celebre nel 1973 grazie al ruolo della sensuale cameriera in "Malizia", film di Salvatore Samperi campione d'incassi e cult movie che la fa entrare nell'immaginario erotico degli italiani.Negli anni settanta e ottanta l'attrice alterna pellicole erotiche a film d'autore, come "Trappola per un lupo" di Claude Chabrol, dove conosce Jean-Paul Belmondo con il quale avrà una turbolenta relazione o "Sessomatto" di Dino Risi e "Mio Dio, come sono caduta in basso!" di Luigi Comencini.La sua carriera viene interrotta bruscamente nel 1991 da una vicenda di droga: il ritrovamento nella sua villa di Cerveteri di 36 grammi di cocaina, reato per il quale viene arrestata, condannata e poi assolta nel 2000. A segnare la parabola discendente della bella Laura sono anche delle cure di chirurgia estetica che le deturpano il volto durante la realizzazione di "Malizia 2000", seguito della pellicola che l'ha resa celebre. Ne seguirà un processo e il ritiro definitivo dell'attrice dalla scena pubblica.