Roma (TMNews) - Stefano Accorsi e Marco Baliani salgono sul palcoscenico insieme per reinterpretare le rime dell' "Orlando Furioso" e raccontare "le donne, i cavalier, l'arme, gli amori" scritti da Ludovico Ariosto. Succede nello spettacolo "Giocando con Orlando", diretto da Baliani, in tournée fino al 2 marzo: "Io penso che quello che abbiamo messo in moto noi due è una complicità giocosa e fisica. Noi ci eravamo detti all inizio: proviamo a pensare che sono due bambini, due ragazzini che stanno mettendo in scena l'Orlando Furioso". Nello spettacolo in scena ci sono solo i due attori, che danno vita in maniera inedita all'universo dell'Ariosto, e danno voce al tema centrale del poema, l'amore, corrisposto e non, violento, tradito."Quest'opera ci insegna quanti nomi si possono dare all'amore, e quanti nomi sbagliati si possono dare all'amore. E di questo Orlando secondo me ci parla oggi tantissimo, perché lui ama una donna, la ama alla follia, e sogna che nella tempesta abbraccia Angelica e poi la perde e da quella notte decide 'adesso basta: io me ne vado dal campo, non combatto più con i miei amici e con il mio re e vado a cercare la donna che amo', perché quella è la cosa che per me è più importante".