Palermo (askanews) - Non possiamo sviluppare e stampare un ricordo diceva il fotografo Henri Cartier Bresson. Ma possiamo far in modo che questo ricordo si mantenga per sempre. I restauri fotografici digitali di Maria Anna Giordano, in mostra sino al 27 luglio nello spazio espositivo della terrazza della Rinascente di Palermo, vanno letti come un racconto. "Il passato ritrovato" racchiude storie di vite vissute più di cento anni fa e che oggi tornano a vita nuova grazie a un sapiente uso delle nuove tecniche di ricostruzione di colori e volti. I viaggi e le speranze del sogno americano, un matrimonio celebrato a New York di chi ha salpato l'oceano per tentar fortuna.Un passato in cui Palermo era davvero tutto porto e si festeggiava quando una nave si apprestava ad attraccare. Maria Anna Giordano ha iniziato ad appassionarsi alla fotografia sin da bambina, frequentando lo studio fotografico del fratello Giuseppe che presto sarebbe diventato suo.