Palermo, (askanews) - Presentata a Villa Malfitano di Palermo la mostra "Alba Gonzales. Miti mediterranei", che dal 25 maggio arricchisce il parco della Fondazione Whitaker. L'esposizione è promossa e realizzata dalla Fondazione Cultura e Arte ed è organizzata da Civita Sicilia.

La scultrice, romana di nascita, raduna in sé numerose origini: siciliane, greche, spagnole e francesi. Il suo cosmopolitismo mediterraneo diventa cifra distintiva del suo lavoro artistico. Come spiega lei stessa: "Che stiano in Sicilia è per me una delle cose più gradite, perché io adoro la Sicilia e anche le mie radici e origini sono qui. In un posto come questo, tra la natura, credo che trovino il loro ambiente più idoneo e ne sono veramente molto contenta ed emozionata".

Il presidente onorario della Fondazione Cultura e Arte, Emmanuele Emanuele: "Anche Federico II disse il paradiso non mi interessa. Conosco la Sicilia, ho vissuto in Sicilia ed è già come se avessi vissuto in paradiso. Questa mostra è secondo il mio punto di vista, nata per essere qui. Perché le sculture di Alba Gonzales, la loro plasticità, la loro multiforme varietà di posizione e la loro spiritualità nonostante la materialità anche delle loro forme è esattamente nata per essere allocata in questo paradiso terrestre".

Da Palermo, sua città natale, Emanuele ha voluto anche lanciare un appello affinché possa trovare nell'amministrazione comunale un interlocutore più attento e ricettivo. "Vorrei che le cose che sono riuscito a fare in altri mondi,io le potessi fare nella mia terra d'origine per pagare il doveroso prezzo a questa terra che mi ha dato i natali e mi ha consentito di essere quel che sono. E allora tutte le volte che io tento di fare qualcosa vorrei, visto che la mia è un attività gratuita, no profit, che parlo delle grandi tematiche del nostro tempo, ci fosse una immediata risposta da parte di chi è preposto a doverlo fare, senza tentennamenti, ritardi, dubbi che non hanno motivo d'esistere".

La mostra è accompagnata da un catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale, che oltre alle immagini delle opere fotografate nel parco di Villa Malfitano Whitaker, conterrà i testi del Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, Prof. Paolo Matthiae, Dante Maffia e Gabriele Simongini, un'intervista all'artista Tiziana D'Acchille, Direttrice dell'Accademia di Belle Arti di Roma, un'antologia critica e una nota biografica. L'esposizione è accompagnata da un video documentario realizzato da Raffaele Simongini.