Milano (askanews) - Quel ramo del Lago... Questa volta è di Garda e non di Como anche se, in qualche modo, Manzoni c'entra comunque. E' andato in scena a Salò, in provincia di Brescia l'ottavo memoriale "Pippa Bacca", una nuotata non competitiva di circa 800 metri, che ricorda la giovane artista, uccisa in Turchia nel 2008 durante la performance "Spose in viaggio".Per commemorare Pippa, che aveva l'arte nel Dna essendo nipote di Piero Manzoni, i suoi amici e parenti hanno nuotato, insieme a molte altre persone, dalla spiaggia del cimitero della cittadina fino a Piazza Serenissima, portando al braccio dei palloncini verdi, che poi, come forma di ulteriore saluto alla ragazza, sono stati liberati in cielo. Un ultimo gesto di libertà che, spiegano i famigliari, vuole ricordare, insieme allo spirito non competitivo della manifestazione natatoria, l'apertura di Pippa Bacca agli altri e al mondo.