Milano, (askanews) - Si è presentato al pubblico mondiale con "Walk", una hit da quasi 30 milioni di visualizzazioni su Youtube, che ha conquistato le classifiche europee: si chiama Kwabs il talento londinese che la critica ha già paragonato a mostri sacri della musica black. A Milano si è esibito per la sua prima volta su un palco italiano, e ha confermato l'ispirazione che deriva dai mostri sacri del soul."Mi piacciono i grandi cantanti soul, Stevie Wonder, Aretha Franklin, persone che sapevano come si canta una canzone" ha detto l'artista."Non avevo mai suonato in Italia, questo è il mio primo spettacolo, sono elettrizzato" ha dichiarato il cantante, che ha definito così la sua musica."Penso che tocchi le persone e le raggiunga, guarda al passato e allo stesso tempo avanti, è un mix di queste due cose"."La canzone Walk parla di guardare avanti, del mantenere la propria via, il proprio percorso: tu puoi scappare dal lavoro e dai brutti sentimenti, ma anche dalle situazioni che ti sconvolgono. Parla del tenere sempre gli occhi puntati sul proprio cammino davanti a sè". "Volevo scrivere una canzone che rappresentasse come mi sento riguardo alla vita, penso che per sapere dove si sta andando bisogna sempre guardare avanti. Se guardi al passato, non puoi focalizzarti su chi pensi di essere".Il 2015 secondo i critici è l'anno della consacrazione per Kwabs, che ha terminato il lavoro in studio sull'album di debutto, anticipato proprio da Walk. Il successo è arrivato in modo inaspettato. "Pensavo 'sto facendo musica e forse piacerà a qualcuno'. Sono rimasto davvero sorpreso, sicuramente non mi aspettavo accadesse così presto. Ho percorso una lunga strada, sto lavorando duramente e cercando di scrivere musica che mi piace e penso piaccia allo stesso modo alla gente. Non conosco altri modi, a volte si può cadere, altre ci si trova davanti a qualcosa che funziona"."Io credo che il pubblico, quando sente qualcosa che si connette con loro, che li riguarda, condivida la musica, io a lungo ho scritto e le persone l'hanno accolto bene. Bbc e Mtv hanno parlato della mia musica, e mi portano a pensare che le cose stiano andando su un altro livello, mi mettono alla prova e questo mi emoziona. Mi mette sotto pressione, ma la pressione a volte può essere positiva"."Il mio obiettivo è semplicemente continuare a suonare, l'album è pronto, uscirà e io canterò ovunque. Sarà la musica a decidere dove andrò, spero solo che alla gente piaccia abbastanza e ci creda abbastanza per portarla dove merita di andare".