Matera (askanews) - Tra i Sassi di Matera si respira una atmosfera antica. Grazie al Presepe Vivente più grande del mondo Betlemme riprende vita con 400 figuranti nelle strade, nelle piazze e nei vicoli della città Patrimonio mondiale dell'Umanità, che sarà capitale europea della cultura del 2019. Sono più di 30mila i turisti attesi in 4 giorni, come spiega il sindaco della città lucana, Salvatore Adduce."Le previsioni, anche quelle più rosee vengono completamente stracciate a vantaggio della capacità ricettiva della città"Il percorso si divide in due parti: la prima è scenografica, che ricrea scene tipiche dell'antica Roma, la seconda parte è dedicata alle scene classiche del presepe. La giornata di apertura ha visto la partecipazione della soprano Antonella Rondinone."Esibirmi qua, nella mia città, nella mia terra, è sempre una grande emozioni, ma farlo per il presepe vivente ha ha portato una emozione molto forte e tangibile".