Roma, (askanews) - Si chiama "Mazi Mas" ed è un ristorante tutto al femminile che vuole rendere indipendenti le migranti donne trasformandole in abili chef. Nato nel 2012 in un teatro a South London, il ristorante prende il nome da un modo di dire greco, che significa "Vieni, mangia con noi":"Sicurezza, certo sicurezza - racconta Azeb Woldemichael, cuoca di origini etiopi - Ho imparato molti piatti diversi, ho incontrato splendidi amici provenienti da paesi diversi".Il suo sogno è quello di entrare nell'industria della ristorazione e magari a breve aprire un locale tutto suo. E non è la sola. Negli ultimi tre anni, numerose colleghe hanno lasciato il Mazi Mas per diventare imprenditrici nel settore. Le richieste sono tante e la lista d'attesa è ormai di circa 40 donne. La project manager Mara Klein:"Siamo anche una voce politica, vogliamo fare campagna per i diritti dei profughi, per il riconoscimento della loro esistenza, ma anche del beneficio che portano alla società, soprattutto qui a Londra, dove ogni persona viene da un posto diverso. Il multiculturalismo è incredibile".Sul menu prelibatezze provenienti da Iran, Etiopia, Senegal, Turchia e anche Brasile. Gli ingredienti: gentilezza e collaborazione. La responsabile della cucina, Roberta Siao: "Quando sono arrivata nel Regno Unito, ho avuto difficoltà essendo una migrante, perché non avevo contatti con altre persone nel paese. Il Mazi mas è stato un ponte, che mi ha portato nel mondo del lavoro con altre persone e dato opportunità".I fondatori del Mazi Mas puntano ora a espandersi a Berlino e in Francia.(immagini afp)