Londra (askanews) - Il 23 ottobre 2015 "o rey" Pelé compie 75 anni e per l'occasione l'Alcyon Gallery di Londra ha organizzato una mostra-tributo per celebrare la gloria del calcio mondiale, considerato uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi."Per me oggi è senza dubbio Messi il miglior giocatore - ha detto Pelé, ospite dell'iniziativa - ma prima abbiamo avuto Maradona, poi Zico, Bobby Charlton, Cruyff. Un sacco di ottimi giocatori".Intitolata "Arte, vita e calcio", la mostra presenta opere d'arte raffiguranti momenti memorabili della vita e delle imprese del calciatore tra cui un ritratto datato 1977 del pioniere della pop art Andy Warhol.A differenza delle stelle del calcio contemporaneo, non esistono molti filmati per ricordare le grandi imprese di Pelé, ma alcuni dei suoi goal sono così famosi da aver meritato addirittura un soprannome, come "o milesimo", la sua rete numero mille, siglata per il Santos contro il Vasco de Gama."Fu un calcio di rigore - ha ricordato - tutti dicevano: be' è facile tirare un rigore, è facile segnare così. Ma io, nel Maracanà, stavo letteralmente tremando. Ero nervoso e mi sono detto: Mio Dio, non posso perdere questo momento".Pelè ha vinto tanto, ma nella sua carriera ha trovato anche chi gli ha dato filo da torcere, come Bobby Charlton che lui considera il più grande difensore di sempre. Ma ora il mondo del calcio si chiede quando nascerà un nuovo "O Rey"."Tutti vogliono trovare un nuovo Pelé - ha concluso il campione - ma è impossibile. Mia madre e mio padre hanno chiuso la fabbrica. Fine".(Immagini Afp)