Cannes, (TMNews) - "L'ingresso dell'hotel, non del Casinò, ma dell'albergo, era l'ingresso della sala delle proiezioni. C'erano due gradini per entrare". Simone Lancelot ricorda così la sua prima volta a Cannes. Questa signora di 97 anni vanta un primato: è la fan più fedele del Festival cinematografico, dato che non in 67 anni ha perso solo un'edizione. L'amore per il cinema è nato quando aveva otto anni, guardando i primi film muti nel suo paese natale nel centro della Francia."L'anno in cui ho partorito non c'è stato il Festival. Tutti dicono che non l'hanno fatto perchè io non c'ero" scherza. I ricordi dei primi tempi a Cannes non sono sempre chiarissimi, ma Simone non ha dimenticato l'atmosfera che sulla Croisette si respirava allora. "Non c'erano le starlette ma neanche tante star famose che ci sono oggi, allora non servivano le guardie del corpo". Quest'anno per la Palma d'oro tifa per un regista veterano come Jean-Luc Godard, ma rimpiange i bei tempi andati. "I primi festival erano molto francesi - racconta - non c'erano molti stranieri. La maggior parte dei giornalisti erano dei cinefili, veri cinefili, e spesso stavano anche in giuria. Ora è tutto diverso". Nonostante la nostalgia, Simone non ha perso l'entusiasmo: il cinema per lei è l'elisir di lunga vita.(immagini Afp)